Ecal
©ECAL/Anja Karolina Furrer

L’utopia è invisibile, solo gli utopisti possono visualizzarla. Una classe di 12 studenti del Master Fotografia dell’ECAL/Università d’arte e Design di Losanna, in residenza a Casa Corti a Pellio in Val d’Intelvi (Italia), ha lavorato sui concetti d’utopia e comunità. Identificando il malessere d’una generazione intrappolata nelle reti sociali, confusa fra realtà e virtualità, e bisognosa di ritrovare nuovi valori, il gruppo ha sviluppato diverse strategie: meditazioni mattutine, camminate al Monte Generoso, pasti collettivi e discussioni per realizzare fotografie e video che, distanziandosi gradualmente dal reale, raggiungono dimensioni immaginarie che oscillano fra utopia e distopia, figurazione e astrazione.

Studenti del Master Fotografia dell’ECAL/
Ecole cantonale d’art de Lausanne

Emidio Battipaglia, Robin Bervini, Jasmine Deporta, Anja Karolina Furrer, Alessia Gunawan, Christian Harker, Johanna Hullár, Philipp Klak, Doruk Kumkumoğlu, Igor Lucena, Jelly Schuhmacher, Gedvile Tamosiunaite

 

Dove

Piazza dei Colori (Via Soave), Chiasso

 

Quando

5.10 – 8.12.2019

 

La seconda parte della mostra è allestita presso il Giardino di Casa Corti a Pellio Intelvi Inferiore, Italia nell’ambito di CRASH DINTORNI

X